Londra: la magia dei parchi in Autunno

1

Sono stata spesso a Londra, ho anche abitato là per un certo periodo. Ci sono tantissime cose che adoro della mia Londra ma in assoluto ciò che ogni volta mi toglie il respiro sono i colori dei parchi nella stagione autunnale.

Non ti aspetteresti mai che una così grande città abbia dei polmoni verdi a dir poco immensi e l’autunno è la stagione che fa risaltare la loro bellezza.

I parchi sono il luogo perfetto per rilassarsi, per staccare dalla frenesia quotidiana e c’è pure l’imbarazzo della scelta.

Trovarsi sommersa dalle sfumature autunnali e perdersi su una panchina con un libro è bellissimo. E poi staccare lo sguardo, osservare le anatre nei laghetti, ascoltare il proprio respiro, la brezza autunnale che mi accarezza la faccia, il flebile sole che mi distende la pelle sono tutti momenti che solo i parchi in autunno sanno regalarmi.

Ricordo che ogni Domenica mattina ne sceglievo uno diverso, certe mattine facevo jogging ed in altre ho condiviso un brunch con amici.

I panorami sono fantastici ovunque. L’autunno dipinge i parchi di colori che vanno dal giallo, al marrone, all’arancio. Oserei dire che i parchi a Londra sono il toccasana per affrontare il triste grigiore del clima invernale che, ahimè, inizia presto e dura molto!

Il primo parco che ho visitato è stato Hyde Park ed il collegato Kensington Gardens. Avevo letto da qualche parte che Hyde Park fu, un tempo, riserva di caccia dei Reali nonché teatro di duelli e corse di cavalli. Provate anche voi a chiudere gli occhi, dando libero sfogo alla fantasia, pensando a “che cosa” può aver visto passare questo parco! Oggi è un parco molto ben curato e con delle distese interminabili. Ricordo un giorno, con alcuni schoolmates, abbiamo noleggiato alcuni pedalò per esplorare il lago Serpentine, che unisce i due parchi. Immersi in quella fantastica natura ci siamo veramente divertiti!

Il bello dei parchi in autunno è che formano l’habitat ideale per una smisurata varietà di animali: dagli scoiattoli, alle volpi ma anche cervi in cui ci si può facilmente imbattere se ci troviamo a Richmond Park. Quest’ultimo, il più esteso tra i Royal Parks, è un parco più incolto ma non per questo meno affascinante.

Parlare di tutti i parchi di Londra è impossibile perché sono moltissimi e tutti mi son rimasti nel cuore: Regent’s Park in cui vi è un delizioso giardino di rose e in cui ogni giorno trascorrevo la mia pausa pranzo quando studiavo là; St James’s Park con il suo lago che ospita i famosi pellicani o il Greenwich Park. In quest’ultimo penso di aver assistito ad uno dei panorami mozzafiato su Londra e sul fiume Tamigi più belli in assoluto.

Quando abitavo in zona Heampstead, ogni volta che potevo recarmi ad Heampstead Heath park mi sembrava di trovarmi direttamente immersa nella campagna londinese. Più selvaggio e ricchissimo di stagni, nella stagione autunnale assume il fascino del vento, dei colori degli stagni e degli aquiloni.

Anche se li adoro tutti, ne voglio prediligere uno e scelgo quello che ospita il famoso centro di ricerca botanica, il Royal Botanic Gardens o più conosciuto come Kew Gardens, che ospita ben oltre 300 specie vegetali introvabili in altre parti del mondo, Patrimonio dell’UNESCO… insomma veramente breathtaking.

Questi Giardini sono annoverati tra i più antichi nel loro genere. Sono rimasta sbalordita quando mi sono trovata immersa in questo mondo incantato dalle sue serre in stile vittoriano alla Palm House, 2300 metri quadri circa in cui crescono piante tropicali derivanti da ogni parte del mondo, dalle banane, al caffè, all’ albero del pane. Un giorno non è sufficiente per visitare tutte le serre e la Temperature House, l’area in cui vengono ricreate zone temperate di tutto il mondo. Qui si possono ammirare palme esotiche, ninfee, persino un pino da 200 milioni di anni scoperto in Australia.

Da qualsiasi parte mi girassi avevo l’impressione di essere in una foresta, sia per le temperature così calde, che per i rami e le piante in cui era facile sbattere. Avevo perso del tutto la cognizione del tempo. E’ certamente un luogo estremamente curato. I giardini Kew Gardens sono rigeneranti, imperdibili.

I parchi di Londra con i loro colori, con la loro rilassante magia, sanno farti fare uno dei Viaggi più belli nella capitale inglese.

When a man is tired of London, he is tired of life; for there is in London all that life can afford (S. Johnson)

Vai alle FOTO

Annunci

7 thoughts on “Londra: la magia dei parchi in Autunno

  1. Mi sono sposata il 25 settembre di quarantuno anni fa e in viaggio di nozze sono stata a Londra e Parigi. Ricordo molto bene i colori autunnali dei parchi di cui parli. Una meraviglia che mi è rimasta nel cuore. Grazie e buona giornata. Isabella

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...