Amsterdam: un acquerello tra i canali

1

Amsterdam sei il frutto nato dalla mano di un artista. Forse un pittore, forse uno scultore, certamente un poeta. Amsterdam ti hanno dipinto rispecchiando il tuo motto ufficiale: “Heldhaftig, Vastberaden, Barmhartig” (“Valorosa, Decisa, Misericordiosa“).

Chissà forse sei il quadro di un artista che amava le città vivibili, moderne e ben organizzate.

Un artista che ha lasciato segni ed opere raccolte nei famosi Musei, dal Rijksmuseum (museo statale), il museo Van Gogh, il Concertgebouw, il Rembrandthuis, la casa di Anna Frank.

Sei un quadro in cui dalle alte, strette e colorate case si scorgono giardini incantati e nascosti.

L’artista che ti ha creato ti ha donato anche una bella cornice fatta di monumenti storici come Palazzo Reale (un vero capolavoro di arte ed architettura barocca) o l’Oude Kerk (chiesa vecchia) simbolo della città, in quanto la più antica consacrata infatti nel 1306, o la Chiesa Nuova che sorge proprio al centro della vivace Piazza Dam.

Per me si tratta di un pittore hippy, magari viveva nel Jordaan District mi piace immaginare che provenisse da una famiglia di classe operaia com’era popolato infatti il quartiere quando è nato.

Il quadro che è stato dipinto di te, Amsterdam, è un quadro che ti ha dato un’anima così vibrante e cosmopolita, ti ha conferito un’aria da meltin-pot di culture, ecco perché hai un sapore così tollerante che profuma di colori e libertà.

Il poeta che hai inspirato ha saputo trasferire le emozioni che scateni ogni volta che ci lasci attraversare i tuoi canali a Prisengracht, Keizersgracht e Herengracht in cui è un piacere perdere il conto del tempo in lunghe passeggiate, facendo grandi soste di negozietto in  negozietto e scovare prodotti artigianali, avventurandosi tra i canali meno turistici, mercatini delle pulci, librerie antiche.

2Chi ti ha acquerellato, cara Amsterdam, (è proprio il caso di dirlo!) era certamente un’artista con pochi “spicci” ed attento alla salute, così ti ha donato milioni e milioni di biciclette, poco costose, salutari e non inquinanti. Un genio!

Ci perdiamo in questa tua romantica tela, Amsterdam, mentre pedaliamo per le vie, scorgendo dalle finestre fumosissimi coffe-shops, contraccambiando il sorriso di un ragazzo con i dred, o le vetrine nel red light district, De Wallen, sentendoci parte di Te.

Ogni artista, si sa, trascrive sulla tela la propria anima ed infatti chi ti ha creato era pure un gran romanticone: ti ha donato battelli che cullano i turisti in inesplorati tour e prospettive davvero suggestive. Inoltre ha dipinto i tuoi contorni di accesi colori dell’arcobaleno, ti ha immaginato immersa nel Keukenhof il parco di fiori più grande al mondo, contenente milioni di bulbi distesi in 32 ettari interamente fioriti.

La vista si perde nei colori sconvolgenti dei tulipani in fiore. Così ogni tuo visitatore se ne porta uno a casa propria, piantandolo nel proprio giardino ed aspettando, ogni anno, che fiorisca, che dipinga le proprie mura dei tuoi colori, che trasferisca un po’ della tua energia, richiamando alla mente, ancora una volta la tua vivace, trasgressiva e romantica anima… cara Amsterdam!

 

“Amsterdam è quello che non ti aspetti…” cit. “Tutto l’Amore del Mondo” film

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...