Camogli: la cittadina “trompe l’oeil”

4261

Affacciata sul mar Ligure non distante da Portofino, Camogli la cittadina dai “mille bianchi velieri” (definita cosi dal tempo del suo massimo potere) è un borgo marinaro che ci ha accolto in una calda domenica primaverile con i suoi colori e i suoi tipici sapori.

L’impatto all’arrivo è stato rasserenante: il profumo della salsedine, un venticello che accarezza i capelli, le palme che costeggiano i giardini pubblici, l’aroma della tipica focaccia che riempie i caruggi, ci danno il benvenuto.

È semplice attraversare i rebighi, gli stretti vicoli fiancheggiati da alti palazzi, che come tutti i paesini tipici di questa zona e delle Cinque Terre, sono strutturati sul suolo “a terrazze”.

Eleganti edifici che si sviluppano in verticale, non nascondono la loro vena raffinata con i trompe l’oeil disegnati e ben curati.

Negozi di prodotti tipici (non ci siamo fatti mancare l’acquisto dei tipici pesto e focaccia) costeggiano la lunga passeggiata “caruggio drito” di fronte al mare e dipingono ancor più questo quadro in maniera affascinante. Attraversando l’archivolto si scorgono dei panorami deliziosi che parlano di “borgo”, di “artigianato marino ”, di “arte” e dalle cui volte aperte sul porticciolo si resta incantati dal dondolio delle barche colorate. Non a caso qui gli innamorati “appendono” le loro promesse d’amore sulle reti dei pescatori.

Camogli ha un’aria rilassata, dal muretto che sovrasta il porticciolo si può godere di un panorama pittoresco. Da qui è possibile partire con il traghetto per innumerevoli escursioni arrivando ad esempio al complesso monumentale dell’abbazia di San Fruttuoso o il Cristo degli Abissi immerso a 17mt di profondità.

Il Castello della Dragonara, un tempo utilizzato come punto di avvistamento e difesa, predomina incontrastato sulla punta rocciosa più esposta sul mare e insieme alla Basilica di Santa Maria Assunta, regna sul centro storico, simboli di questo borgo.

Camogli è un trompe l’oeil non solo perché sono effettivamente dipinti sulle facciate delle case, che sfoggiano colori sgargianti, ma nella sua totalità. Camogli ha un panorama arcobaleno, grazie al blu del suo mare, al grigio dei sui scogli e al verde della parte montuosa che si trova a ridosso del mare e che sovrasta tutta la cittadina. È un dipinto perfetto dove tutto assume un valore e sembra essere il più sensuale fra tutti. Un dipinto abbracciato dal sole, dalla dolcezza delle onde, dalla freschezza del vento, dai panni stesi alle finestre che conferiscono un senso di familiarità e semplicità.

E’ piacevole passeggiare e parlare con le persone del posto, oziare sul muretto del porto, immergersi nei sapori tipici per capire più a fondo questo territorio, lasciandosi cullare in un’atmosfera da cartolina, in un gioco fatto di architetture e linee chiare orizzontali sulle case (che un tempo servivano ai marinai a riconoscere la propria casa quando di sera rientravano dalla pesca), guardando il mare limpido e perdendo il conto delle ore che trascorrono lente, ammirando il sole che tramonta e che infuoca il paesaggio restando seduti e immobili sulla spiaggia ciottolosa..

“dalla magnifica vista che si può godere da quell’altezza: la prima visione di Genova e del Mediterraneo da quel punto non lascia spazio al rammarico

Cit. lady Sidney Morgan 1821

Vai alle FOTO

Annunci

2 thoughts on “Camogli: la cittadina “trompe l’oeil”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...