Lo Street food diventa Gourmet… succede a NY!

2

New York, lo sappiamo, è il posto in cui i trend diventano istituzione o way of living, è la metropoli in cui tutto può succedere. Oggi possiamo affermare che questa immensa capitale sia risuscita nella sfida più difficile per la valorizzazione del proprio territorio: l’identificazione di una cucina tipica.

Compito arduo essendo una terra priva di un’identità culinaria propria, ma grazie all’influenza di altre culture, popoli, tradizioni e quindi ad una mescolanza di cibi, di varietà, di preparazioni oggi vanta un vero cibo da strada “Gourmet”.

Quando pensiamo allo Street food pensiamo agli hot-dogs o bagel ma non confondiamoci, lo Street Food Newyorkese è una cucina inizialmente nata al servizio di operai e lavoratori, nata per il “rapido consumo” attraverso dei camioncini che si attrezzano come dei veri e mini ristoranti-mobili, che oggi si è trasformata in un fenomeno culturale a livello mondiale.

Le influenze derivate da tradizioni alimentari e culinarie diverse, avvenute a seguito di migrazioni, guerre o vicinanze geografiche, si sono evolute nell’autenticità gastronomica Newyorkese.

New York è riuscita a trasformare un suo punto debole, come la mancanza di tradizioni culinarie, nel suo vero punto di forza.

Questa nuova arte culinaria viene consumata sostanzialmente per strada passeggiando o seduti su una panchina, in piedi rubando dieci minuti al frenetico lavoro, mescolandosi nel mezzo di una fila di fronte ad un attrezzatissimo food truck.

Lo Street Food Newyorkese ha così istituito un modello folkloristico che è stato addirittura esportato in tutto il mondo (in Italia ad esempio si celebrano i festival del cibo da strada).

Nei coloratissimi ed iconici food trucks si possono trovare i più disparati piatti “mordi e fuggi” indiani, caraibici, pakistani, italiani, thai, greci che si sono evoluti sulla base di “ri-letture culinarie” ed influenze migratorie internazionali.

I più noti sono assolutamente presenti anche sulla scena social ed infatti si sono raggruppati su siti specializzati e twittano spesso per far sapere ai clienti la loro posizione.

1

L’alimentazione on the go a New York può essere paragonata ad un bistrot di elevata esclusività e si colloca così al centro della “nuova cultura folkloristica americana”, diventando parte integrante dell’identità territoriale americana.

Non a caso, infatti, anche le migliori guide di viaggi citano lo Street Food come “esperienza tipica” da non perdere negli States e in particolar modo a New York (per i più curiosi provate il New York Food Cart tour che vi porta alla scoperta dei più famosi carrettini on the road degustando i cibi più svariati), suggerendo quale food truck seguire per mangiare ottimi cibi proprio come gli abitanti del posto perché assaggiare la cucina tipica di un nuovo Paese significa degustarne la cultura e il carattere della gente che vi abita.

La cucina è di per sé scienza. Sta al cuoco farla diventare arte.” (Cit. Gualtiero Marchesi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...